L’azienda ci viene raccontata da Alessandro, che insieme al fratello Andrea, dal 1990 è socio di Flora Toscana.

La principale coltivazione è il Ranuncolo coltivato in serra con tecnica fuori suolo, in produzione nel periodo Novembre Aprile. L’altra produzione di punta è la Peonia, fiore attualmente molto utilizzato nei matrimoni, coltivata in piena aria ed in produzione da Aprile a Maggio.

Dal 2009 l’azienda è passata per il riscaldamento della serra del Ranuncolo dal gasolio al riscaldamento con caldaia a biomasse. La caldaia è alimentata con cippato di scarto di legno vergine, composto da abete e castagno proveniente dalle colline e montagne del nostro territorio, e dunque a km 0. Le ceneri, ricche di fosforo e potassio, vengono poi utilizzate come concimazione e pacciamante sulle Peonie.

Sempre nel solco della sostenibilità da alcuni anni Andrea e Alessandro utilizzano funghi antagonisti (Biologici) per combattere l’insorgenza di muffe, sia nel terreno che come trattamento fogliare, soprattutto sui Ranuncoli.