Rilancio del Distretto Floricolo


Rilancio del Distretto Floricolo

Bisogna ripartire dalla produzione.
Nulla sarà mai come prima, ma si può ripartire facendo tesoro delle esperienze vissute negli ultimi 15 anni che hanno visto la produzione pesantemente sotto stress per la competizione internazionale e per la crisi economica.

Il distretto deve ripartire su nuove basi e con rinnovato spirito” afferma Walter Incerpi che ne è stato un componente in rappresentanza del mondo della cooperazione. “In questo possono aiutarci le modifiche al quadro legislativo regionale, ma soprattutto siamo noi del mondo imprenditoriale che nel distretto dobbiamo portare più concretezza con una visione strategica di lungo respiro che veda al centro la produzione, con il sistema delle imprese e servizi collegati. Il mondo delle istituzioni oltre a dare il proprio contributo, ne deve trarre orientamenti programmatici per le proprie competenze”.

Flora Toscana invita pertanto il presidente uscente a convocare un incontro distrettuale per “ragionare” su alcuni aspetti basilari per una efficace ripartenza:

1) Come ottenere un quadro di riferimento che “fotografi” il mondo delle imprese all’interno del distretto. Ripartendo dallo studio della Lucense sulla “logistica” del novembre 2012, con la collaborazione delle organizzazioni professionali non dovrebbe essere ne’ difficile ne’ dispendioso.

2) Rivalutare le linee di strategia distrettuale tracciate nel 2015.

3) Come organizzare un momento di riflessione con il contributo di esperti esterni al distretto, magari di levatura internazionale, che illuminino la evoluzione del nostro comparto.