Fairtrade

Fairtrade

equosolidale

 

Cos’è Fairtrade?

logo-fairtrade

Fairtrade è il marchio internazionale di certificazione dei prodotti del commercio equosolidale.
Assicura che caffè, banane, cacao, tè, zucchero di canna e tanti altri prodotti tra i quali anche i FIORI provenienti da Asia, Africa e America Latina siano stati prodotti senza causare sfruttamento e povertà e siano stati acquistati secondo i criteri del commercio equosolidale.

Il sistema Fairtrade prevede inoltre un extra sul prezzo del prodotto chiamato Fairtrade Premium, che viene gestito direttamente da un comitato di lavoratori, democraticamente eletti e che decide in quali progetti socio sanitari investire il denaro.

Fairtrade promuove anche le buone pratiche di coltivazione con particolare attenzione a:

  •  migliori condizioni di lavoro in conformità con le norme sanitarie e di sicurezza e garantendo paghe sindacali
  • l’utilizzo di tecniche di lotta integrata con l’utilizzo di insetti utili ed un uso razionale di fertilizzanti e pesticidi,
  • l’ottimizzazione del consumo di acqua attraverso tecniche di coltivazione hydroponiche, impianti di irrigazione a goccia e raccolta di acqua piovana,

Quando inizia il rapporto con Flora Toscana?

Le prime importazioni di rose coltivate in Africa “convenzionali” ovvero non certificate Fairtrade per Flora Toscana iniziano nel 1991 quando per supplire ad una mancanza di prodotto locale/nazionale durante la stagione invernale, la cooperativa decise di importare rose recise direttamente dall’Africa, e più precisamente dallo Zimbabwe.
Fu una scelta commerciale per alcuni versi sofferta perché in quanto cooperativa di produttori alcuni dei soci non gradivano questa “incursione” vissuta come una minaccia nei confronti del loro prodotto ma dettata dall’esigenza commerciale di allargare il nostro assortimento e mantenere la nostra clientela.
Una scelta però sofferta anche da un punto di vista etico, Flora Toscana pur riconoscendo ai fornitori un prezzo di mercato aveva ben chiaro quelli che erano i costi del lavoro in Africa, la cooperativa sentiva quasi di far parte di un sistema “colonialista“, dall’altra l’esigenza come impresa di dover essere vicini alle richieste del proprio mercato.

Ecco che quando nel 2006 si è presentata anche per i fiori l’opportunità di fare importazione da paesi in via di sviluppo attraverso il commercio Equo e Solidale abbiamo subito abbracciato l’idea, è stato un primo passo verso un commercio sentito più vicino allo spirito mutualistico della cooperativa, non mera beneficenza ma un sostegno concreto alle popolazioni locali.

La nostra scelta si è così concentrata su un prodotto Equo che, al contempo, rispettasse l’ambiente, e garantito dalla certificazione Fairtrade che applica i criteri del Commercio Equo e Solidale secondo standard internazionalmente riconosciuti.

Flora Toscana oggi importa direttamente dal Kenya,  dai produttori Karen Roses (Eldama Ravine), Simbi Roses (Thika) ed Oserian (Naivasha), fiori certificati FAIRTRADE che fornisce alle maggiori catene italiane della Grande Distribuzione Organizzata e nei punti vendita Coop attraverso il marchio Rose Solidal Coop.

Codice indentificativo Fairtrade di Flora Toscana n°6031.

Per maggiori informazioni sul commercio equosolidale certificato visita il sito di Fairtrade Italia www.fairtradeitalia.it